Product name designer tagline Gravity

Gravity™

Weightless relaxation
Peter Opsvik, 1983

Product description text block Gravity

Gravity è stata progettata con l’intenzione di creare una poltrona che potesse riunire le funzioni di relax e di lavoro. Le quattro angolazioni permettono di passare da una postura con le ginocchia appoggiate, fino ad una posizione completamente reclinata. Puoi usarla come sedia con appoggio delle ginocchia, mentre ti chini in avanti per lavorare, oppure sposta il peso leggermente all’indietro per una posizione eretta, appoggiando i piedi sui poggiaginocchia oppure per terra. Per reclinarti completamente, spingi delicatamente per terra con un piede e sdraiati all’indietro fino a che le gambe non saranno ad un’altezza superiore a quella del cuore. In questa posizione la poltrona dondola leggermente al ritmo del tuo respiro e ti permette di provare un relax in assenza di peso. Lo spazio tra il poggiatesta e lo schienale lascia le braccia e le spalle libere di muoversi. Il poggiatesta  regolabile si alza e si abbassa per darti il massimo della comodità. Gravity è disponibile con struttura naturale o nera in una vasta gamma di tessuti e colori. Le slitte in legno sono composte con multistrato di faggio con impiallacciatura di frassino.

Product Video Gravity

Peter Opsvik

Designer 

Peter Opsvik è un designer industriale Norvegese. Nato nel 1939, ha studiato presso il  Bergen College of Applied Art e presso il Norwegian State College of Applied Art di Oslo. Opsvik ha lavorato come designer freelance fin dal 1970, ed al momento opera presso il suo studio personale a Oslo, insieme ad altri sette colleghi, concentrandosi soprattutto sul design di prodotti che possano realmente risolvere i problemi della vita quotidiana. Per tutto il corso della sua lunga carriera Opsvik ha sempre cercato di andare oltre le abitudini di seduta stereotipate, proponendo soluzioni alternative e non convenzionali.  Partendo da un punto di vista centrato sull’uomo e le sue necessità, il lavoro di Opsvik ha dimostrato come le regole del sedersi possano essere reinterpretate in modo sano e funzionale.

Designer Peter Opsvik
The balans® concept 

All’inzio del 1976 Hans Christian Mengshoel (classe 1946) ha iniziato uno studio per dare una risposta alla richiesta di trovare un modo di sedersi ergonomico, dinamico ed in costante ricerca dell’equilibrio. Grazie all’osservazione ed alla ricerca, Mengshoel scoprì che un sedile leggermente inclinato in avanti incoraggiava una postura più naturale, garantendo allo stesso tempo libertà di movimento ed alleviando la pressione indesiderata, caratteristica di una posizione seduta mantenuta a lungo. Il supporto delle ginocchia fu introdotto sia per evitare di scivolare dal sedile che per mantenere un angolo aperto a livello delle anche. Questa nuova idea ha di fatto decretato l’inizio del concetto di seduta con appoggio delle ginocchia in Norvegia ed ha segnato la storia del design sperimentale Norvegese.

Mengshoel invitò quindi i designer Oddvin Rykken, Peter Opsvik e Svein Gusrud a progettare dei prodotti basati su questo nuovo concetto ‘Balans’ La collaborazione portò a numerosi progetti di design sperimentale, dove fu definitivamente abbandonata la visione convenzionale e stereotipata del modo di sedersi. La prima collezione di prototipi di prodotti Balans fu presentata nel 1979 alla Scandinavian Furniture Fair di Copenhagen, dove riscossero grande successo ed attenzione. Nel 1984 I tre designer e Mengshoel furono insigniti del Jacob Prize, il più alto riconoscimento assegnato in Norvegia a designer, architetti ed artisti che hanno ideato nuovi contributi originali.